11 settembre 2011: per il decennale Bin Laden pensava ad un nuovo attentato

Il materiale raccolto durante l’operazione che ha portato all’uccisione di Osama Bin Laden, comincia a svelare qualche retroscena.
Pare che da una prima analisi dei materiali riconducibili al capo del terrorismo internazionale, si sia scoperto che Bin Laden sognava un nuovo attentato contro gli Stati Uniti.

A dieci anni dalla strage dell’11 settembre, sembra che il terrorista saudita avrebbe voluto attaccare il sistema ferroviario americano. Ma, fortunatamente, a quanto pare, non ha fatto in tempo.

Il presunto piano criminaledi Bin Laden è venuto a galla, come già accennato, dopo la prima sommaria analisi compiuta sul fondamentale materiale ritrovato nel rifugio di Osama.

Intanto, da Riad, giunge una notizia particolarmente positiva per gli Usa e per l’Occidente in generale.
Qualche giorno si è consegnato un importante esponente di al Qaida, Haled Hathal al Qahtani, che figura nella lista dei 47 principali terroristi ricercati dalle autorità saudite.

Dalle prime indiscrezioni pare che si sia arreso alle autorità saudite la settimana scorsa.
La notizia, riportata anche dal quotidiano britannico The Guardian, è stata accolta con soddisfazione dai servizi di sicurezza di tutto il mondo, e in particolare da quelli statunitensi, perché confermerebbe le difficoltà a cui sta andando incontro al Qaida.

Washington, dal canto suo, pur sapendo perfettamente che la lotta al terrorismo sarà ancora lunga e difficile, spera però che l’uccisione di Bin Laden possa portare ad un ulteriore indebolimento dell’organizzazione terroristica.