130.000 followers per il Papa su Twitter. E Facebook cresce in Borsa

768px-20080415-Benedict_XVI_George_W._Bush_2008-04_hires_080415-F-9629D-132a

Papa Benedetto XVI oggi è entrato su Twitter con l’account Pontifex, da non confondere con il già esistente account informativo della città del Vaticano che si chiama “Pope2You”. Una strategia di comunicazione che va incontro alla società tecnologica e per la prima volta mette in contatto diretto il Papa con i suoi fedeli. Eh sì, perché quella foto, che gira sul web, del Papa con l’iPad sul tavolo e il dito pronto a toccare lo schermo, non è nient’altro che una grande metafora di una nuova era per il Vaticano. Oltre che, ci mancherebbe!, una clamorosa consacrazione delle multinazionali americane che operano su Internet e nei dispositivi di connessione mobile.

Alcune informazioni che potrebbero esservi utili: l’account @Pontifex è attivo solo con la modalità “Domanda e risposta” di Twitter; il testo massimo ammesso è di 120 caratteri; il Papa scriverà in otto lingue e posterà il suo primo messaggio in data 12 dicembre 2012, avente a tema Nostra Signora di Guadalupe, la Madonna venerata in Spagna dopo una comparizione nel sedicesimo secolo. Clicca qui per leggere altre anticipazioni pubblicate poche ore fa da Fox.com. L’Arcivescono Claudio Maria Celli, il portavoce vaticano Federico Lombardi, il Presidente del Consiglio delle Comunicazioni Sociali del Vaticano Paul Tighe, il direttore de L’Osservatore Romano Gian Maria Vian e una nuova figura, che copre il ruolo di Consulente della Comunicazione presso la Santa Sede, Greg Burke, compongono il team che ogni volta affiancherà il Papa durante i “cinguettii” su Internet. Una vera e propria redazione che dovrà tenere a bada il rapporto con milioni di utenti collegati da ogni parte del mondo.

Papa Benedetto XVI, a 86 anni, usa già Internet per fare ricerche e raccogliere documenti da vari siti web. Lo affermò lui stesso circa un anno fa, avvalendosi del suo fidato collaboratore Greg Burke. Chiaro è l’intento di avvicinarsi al mondo dei giovani.

Curiosità: Twitter non è quotata in borsa, altrimenti sarebbe stato interessante vedere gli effetti di questo evento sulle azioni a Wall Street. La rivale ci ha guadagnato +0,97% (clicca qui, contrattazioni in tempo reale di oggi) e molti sono convinti che i social network in generale trarranno beneficio dalle attività del Papa su Twitter.

Questo è l’account del Papa: www.twitter.com/Pontifex , seguito già da circa 130.000 persone.