Alfonso Papa e Alberto Tedesco: oggi si decide per l’arresto

berlusconi papa

Oggi si decide, nell’aula del Senato, per l’arresto di Alberto Tedesco del Pd e Alfonso Papa del Pdl.
La controversa vicenda, che ha interessato molto l’opinione pubblica -com’era giusto che fosse- non ha potuto far scivolare via la questione e, la richiesta di arresto viene accolta da parte dei capigruppo dei due schieramenti in maniera unanime. Ecco la posizione di Pierluigi Bersani, segretario del Pd: “Noi siamo favorevoli a che sia concessa l’autorizzazione all’arresto sia per Papa che per Tedesco e ci opporremo alla Camera e al Senato al voto segreto”.
Sotto quest’ottica, Bersani ci tiene anche a precisare che il suo partito “e’ compatto e i problemi sono dall’altra parte, come capisce chi mette l’orecchio a terra”.

A queste dichiarazioni di Bersani circa la vicenda e i meccanismi politici che potrebbe generare, rispondono i deputati Pd Cinzia Capano e Dario Ginefra che dichiarano rispettivamente: L’opinione pubblica è molto sensibile e da questa vicenda non possiamo uscire con un nulla di fatto”, osserva la Capano mentre il suo collega Ginefra che tutta la questione e la conseguente decisione che verrà presa, descritta da Bersani, “rischi di non essere compresa dalla comunità nazionale”.

Incalza Nicola Latorre riferendosi ai referendum sulla riforma elettorale paventati da alcuni democratici (senatore Pd che addirittura lascia in anticipo l’Assemblea nazionale del partito per raggiungere la conferenza dei capigruppo a palazzo Madama dove si voterà l’autorizzazione agli arresti di Papa e Tedesco): “andrebbero cassati”.
Insomma, nelle prossime ore vedremo cosa accadrà e come verrà risolta questa ennesima vicenda politica dai connotati sempre più ingrabugliati.