Apertura negativa per Piazza Affari

borsa

La situazione di Piazza Affari continua a peggiorare, infatti si può rilevare come l’indici Ftse Mib, abbia toccato i valori minimi giornalieri con il suo -1,89%, così come ha un peso rilevante la performance decisamente negativa come quella dell’Eni -4,03%, il quale fronte di azione è la Libia proprio per l’estrazione dei gas e per la presenza dei giacimenti petroliferi ma il paese nordafricano si  si trova a dover gestire una situazione di disordine politico per alcuni dissidi politici interni, in particolare  gli scontri tra i sostenitori e gli oppositori di Gheddafi.
In discesa anche le banche italiane, come Unicredit Banca che registra -3,23%, all’interno del quale i libici sono gli azionisti principali, infatti proprio la banca centrale della banca nordafricana detiene il 4,61% del gruppo bancario italiano, mentre il fondo sovrano libico ne possiede il 2,60%
Il risultato di queste rilevazioni è che dunque la borsa italiana ha registrato decisamente il peggiore andamento tra le borse europee, proprio per la dipendenza finanziaria ed economica del nostro paese, verso il paese Libico.