Attualità: a Roma gli scontri Alcoa

l43-alcoa-operai-120822122007_medium

Grande tensione questa mattina al corteo dei 500 lavoratori Alcoa, a Roma. Arrivati da tutta la Sardegna, i manifestanti si sono dati appuntamento in occasione del vertice al ministero dello sviluppo riguardante proprio il destino dello stabilimento sardo.
La tensione come dicevamo è stata altissima, le forze dell’ordine hanno caricato il sit-in e sono volate bombe carta, petardi e fumogeni, con annessa una piccola aggressione comminata al responsabile economico del PD, Stefano Fassina.
Contro il politico, insulti e proteste al grido di  “Ci avete venduti” e “Andate a lavorare”, per una mattinata che si è rivelata davvero complicata sotto il profilo dell’ordine pubblico e dell’esasperazione sociale.
L’incontro al ministero è iniziato verso le ore 13.00, incontro che ha visto confermato l’interesse dell’azienda svizzera Klesch, per l’Alcoa. Presenti al tavolo delle trattative, il sottosegretario allo Sviluppo Economico, Claudio De Vincenti e il vice ministro al Welfare, Michel Martone. Presente anche una delegazione di Enti Locali, con in capo il presidente della Regione Sardegna, Ugo Cappellacci. Non mancava ovviamente la delegazione sindacale composta da oltre 30 membri.
Il problema Alcoa è certamente importante e a sottolinearlo ci ha pensato il Ministro Fornero che ha dichiarato:
“Noi  siamo vicini ai lavoratori e ci sentiamo di spiegare loro lo sforzo che il governo sta facendo. Questo e’ uno sforzo per cercare di tenere in piedi quei posti di lavoro, che devono essere, pero’, sostenibili economicamente”.
Dopo il momento di tensione scaturito negli scontri di questa mattina, la calma è tornata a farla da padrone anche se, inutile negarlo, la situazione dei lavoratori dello stabilimento assume dei connotati di una tale precarietà da far pensare al peggio anche in futuro.
Che lo stabilimento di Alcoa torni a funzionare e nel modo migliore, sembra essere la soluzione migliore.. per tutti… soprattutto per chi, negli anni di lavoro prestati, ha versato sangue e sudore alla causa.