Aziende online: nuovo Youtube, Google si aggiorna, Facebook si espande sul browser

original

I tre colossi del web, Google, Youtube e Facebook, cambiano contenuto e contenitore prima di Natale. Ecco le novità più interessanti apportate per gli utenti.

Partiamo dal motore di ricerca di Mountain View. E’ stato introdotto il Google Knowledge Graph, algoritmo che ci regalerà un 2013 più “intelligente” su Google. Questa è la pagina di Google.com dove se ne spiega il funzionamento. Cliccate anche sul video che segue per capirne di più.

In sostanza, Google pubblica risultati di ricerca più semantici e capaci di offrire un percorso di navigazione basato su approfondimenti, curiosità e ricerche correlate. L’algoritmo simula il cervello umano, che procede per “gruppi semantici” raggruppando gli stessi concetti al fianco tra di loro. Fate un test: provate a pronunciare il nome di 5 frutti dopo aver pensato alla parola “mela”. In pochi secondi sarete capaci di dire, che so, “pera”, “banana”, “fragola”, “cocomero” e “ciliegia”. Provate poi a pensare allo stesso termine, “mela”, e pronunciare  a seguire il nome di un politico americano, il nome di una città giapponese, il nome di un regista cinematografico italiano, il nome di un romanzo di letteratura classica e il nome di un software per computer. Questi 5 nomi richiedono un tempo di elaborazione del vostro cervello di gran lunga superiore a quello dei 5 frutti di cui sopra. Questo perché la nostra mente raggruppa per “nodi semantici” i pensieri e i concetti, e pensando alla parola “mela” è più facile risalire a nomi di frutta che non a nomi di altri “nodi semantici”. Ecco, Google da oggi funziona così e sarà capace di darvi risultati di ricerca più pertinenti e di più ampio respiro.

httpv://www.youtube.com/watch?v=mmQl6VGvX-c

Cambia anche Youtube (che, ricordiamo, è di proprietà di Google): il motore di ricerca e condivisione video ha una interfaccia di navigazione molto più veloce e meno invasiva rispetto alla precedente. Dispone inoltre di un nuovo algoritmo capace di segnalare video che potrebbero interessarti e canali pertinenti alle tue ricerche. Questo dovrebbe aumentare il tempo di permanenza su Youtube di almeno il +50%.

Il cambiamento di Facebook, invece, punta dritto alle interazioni tra utenti: la chat di Facebook infatti esce fuori da Facebook.com e viene integrata nei broswer di navigazione. Primo browser ad aver inserito nella toolbar la chat di Facebook è Mozilla. In pratica, anche se non si è all’interno del proprio profilo, è possibile chattare con i propri amici. Altre due novità per le chat di Facebook: nuove regole per la Privacy, e sviluppo di una applicazione Android che rilascerà un Messenger in pieno stile WhatsApp.

Siamo sicuri che queste novità daranno grosso beneficio in borsa sia a Google che a Facebook.