Banche: Unicredit effettua il “rimbalzo”. La Consob indaga su Blackrock

UNICREDIT

Unicredit tira un sospiro di sollievo consolidando il rimbalzo di ieri, dopo il durissimo crollo della scorsa settimana. Intanto la Consob indaga sui vecchi soci e sui grandi fondi istituzionali, come Blackrock.
Le azioni dell’istituto di Piazza Cordusio stanno guadagnando il 4 per cento e veleggiano a quota 2,5 euro, mentre il diritto sale del 20 per cento e supera quota un euro.
Intanto la Commssione starebbe indagando sui movimenti delle Fondazioni storiche azioniste e sul colosso del risparmio statunitense, la Blackrock.
Ecco il perché: uno dei maggiori fondi internazionali aveva comunicato alla Consob di essere sceso dal 3 a sotto il 2 per cento del capitale Unicredit, oggi invece avrebbe annunciato di essersi sbagliato, e di avere sempre in portafoglio quel 3 per cento. Questo errore grossolano trattandosi di un gigante del risparmio gestito, sembra piuttosto improbabile, quindi la Consob avrebbe aperto un fascicolo anche su Blackrock.
Intanto il management Unicredit tenta di  consolidare i vecchi azionisti e soprattutto di convincerne di nuovi, visto che si allunga la fila delle defezioni. L’aumento da 7,5 miliardi, che è il 3° in 3 anni per l’istituto di piazza Cardusio, è completamente garantito dalle banche, ma sia per l’attuale management che per la banca, sarebbe meglio che l’inoptato fosse il più contenuto possibile. E a questo proposito, oltre a sondare una serie di imprenditori starebbe lavorando per coinvolgere nell’operazione anche un importante investitori istituzionale di alto profilo.
Tra i sottoscrittori dell’aumento c’è anche  Federico Ghizzoni, l’amministratore delegato per un controvalore di 66mila euro. L’investimento del numero uno è stato effettuato ieri e riguarda una pacchetto di 34 mila titoli UniCredit al prezzo di emissione delle nuove azioni di 1,943 euro.