Bce titoli di Stato Italia: programma sul mercato

titoli_di_stato

La Borsa di Milano apre in rialzo. Scendono dunque sotto quota 300 punti i differenziali dei titoli decennali di Italia e Spagna, rispetto al Bund tedesco dopo la decisione della Bce di acquistare i titoli dei due paesi. I titoli di Madrid segnano un differenziale di 288 punti mentre quelli italiani segnano quota 295 punti. Il primo degli effetti positivi derivati dalla decisione della Banca Centrale Europea di acquistare i titoli di stato italiani. Una scelta che ha convinto i mercati ma che lascia perplesso il Wall Street Journal. Secondo il giornale finanziario questa decisione mostra l’inefficacia delle politiche europee dei singoli stati e la loro inadeguatezza.
Intanto i rendimenti dei titoli di Stato italiani tornano sotto quelli spagnoli dopo la decisione della Bce di acquistare sul mercato secondario i bond dei due paesi per arginare la crisi della moneta unica. Dopo il via libera di Francia e Germania, l’istituto procederà ad aumentare il suo programma di sicurezza per i mercati.  Eurotower plaude alle riforme annunciate da Italia e Spagna dalle quali si aspetta dei fatti concreti e delle risposte tempestive. È quanto emerge al termine della conferenza telefonica, dove  è stato anche preannunciato che «la Bce risponderà in modo deciso sui mercati» dopo aver «esaminato con attenzione la situazione italiana», anche «tenendo conto» della posizione espressa da Nicolas Sarkozy e Angela Merkel. La Bce ribadisce la fondamentale importanza delle dichiarazione dei capi di Stato e Governo che si sono impegnati ad onorare individualmente la stabilità finanziaria. È vitale e fondamentale che tutti i Governi siano pronti ad attivare il Fondo per la stabilità finanziaria europea, viste le gravi  condizioni in cui si trova in il mercato in questa fase. È dunque su queste basi che Bce si attiverà per aumentare il suo programma di sicurezza per i mercati. Il programma è stato concepito per assicurare la massima stabilità nell’area dell’euro. Il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente francese Nicolas Sarkozy si sono espressi sulla necessità da parte del governo italiano di arrivare al pareggio di bilancio con un anno di anticipo. Un’attuazione rapida entro la fine di settembre  è essenziale per restituire la fiducia di cui necessitano i mercati.