Bit Milano 2011: il Veneto punta sull’accessibilità

Il Veneto, prima regione turistica italiana, presenta un nuovo progetto per rendere la propria offerta turistica ancora più inclusiva e competitiva.

Si punta su itinerari e servizi accessibili anche a bambini, anziani, persone a mobilità ridotta e diversamente abili. Alla Borsa internazionale del Turismo (Bit), in corso fino a domenica a Milano, l’assessore al Turismo della Regione del Veneto Marino Finozzi ha presentato i dati definivi della stagione turistica 2010. Dati che indicano un doppio segno positivo: + 4,6% di arrivi e + 0,6% di presenze.

Lo scorso anno sono giunti in Veneto oltre 14,5 milioni di turisti che vi hanno trascorso poco meno di 61 milioni di notti, con un forte aumento per le città d’arte (+ 9,8% degli arrivi e + 4,5% delle presenze).

La parola d’ordine per il 2011 è accessibilità, per continuare a crescere nel turismo. A questo proposito, la Regione Veneto ha già cominciato a dare attuazione pratica al protocollo firmato nel luglio 2010 scorso con il vicepresidente della Commissione europea Antonio Tajani, fondato proprio sul turismo accessibile.