Borsa: buone prestazioni per il Vecchio Continente

borsa

Prestazioni volatili per la maggior parte delle borse europee, con una lieve accelerazione verso la fase conclusiva delle trattative. Per quanto riguarda la borsa di Piazza Affari, l’indice Ftse Mib guadagna nella giornata di oggi un buon 2,69%, in positivo anche la borsa di Francoforte che sale del 3,29%, a seguire troviamo Londra e Parigi rispettivamente con i risultati dell’1,3% e dell’1,91%. Per quanto riguarda le notizie più rilevanti del fronte europeo c’è da sottolineare il fatto che nel primo pomeriggio il voto che ha interessato il Parlamento austriaco ha di fatto posto un freno alle crescite delle borse del Vecchio Continente. Il voto riguarda la manovra chiamata “salva stati”.

Il ministro della Finanza ha comunicato che la Camera Bassa non avrà la possibilità di accedere al voto atteso per il prossimo 21 Settembre, in quanto non è arrivato il via libera da parte di una commissione parlamentare. Per questo motivo il voto potrebbe essere spostato al mese di Ottobre.

Tornando ad analizzare le prestazione delle borse europee, nel pomeriggio di oggi si è evidenziata una netta accelerazione al rialzo, anche grazie alle parole emesse dal presidente della Francia Sarkozy, il quale ha dichiarato di essere pronto a qualsiasi sforzo pur di riuscire a salvare la Grecia. Anche Manuel Barroso, presidente esecutivo dell’UE, aveva emesso parole di appoggio nei confronti della Grecia che avevano avuto risvolti positivi nelle prestazioni borsistiche. Si alleggerisce la tensione nei confronti dello spread tra Btp decennali e Bund tedeschi, valore che cala al di sotto dei 380 punti complessivi.