Borsa: chiusura in rosso per Piazza Affari

borsa

Giornata negativa per tutte le più importanti borse europee, che dopo le perdite ottenute in apertura non riescono a recuperare la situazione chiudendo le contrattazioni in rosso, come testimonia anche l’indice Ftse Mib di Piazza Affari che chiude le trattative di ieri con un -1,07%. Proprio come la borsa di Piazza Affari chiudono in negativo anche i più importanti listini del vecchio continente a cominciare con il Cac 40 della borsa parigina che chiude la giornata con un calo percentuale dello -0,73%, sulla stessa scia anche il Ftse 100 della borsa di Londra e il Dax di Francoforte che terminano le compravendite in negativo rispettivamente dell’ 1,01% e dell’ 1,11%.

Analizzando nello specifico la situazione interna a Piazza Affari, sottolineano l’arrivo dell’esito sulle aste relative a Btp, oltre al raggiungimento della fiducia da parte del Governo. Adesso dunque l’analisi spetta alla Camera dei Deputati che dovranno porre al voto la manovra entro le 19:00 di oggi pomeriggio. Intanto sottolineiamo le vendite di Tesoro per un valore complessivo di 4,966 miliardi di euro raggiungendo un rendimento percentuale pari al 4,93%. Giornata caratterizzata da numerose vendite su tutto il comparto bancario con i titoli che chiudono nella maggior parte dei casi in negativo a cominciare da Ubi B che chiude con un -2,71%, male anche la Banca Popolare di Milano che termina le trattative con un -2,13%, sulla stessa scia anche il titolo relativo a Intesa Sanpaolo in negativo di -2,13%. Non migliora la situazione analizzando i risultati di B Mps e Mediobanca rispettivamente in rosso di -2,12% e -1,51%. In rosso anche Unicredit e Banco Popolare dello 0,32% e dello 0,28%.