Borsa: chiusura negativa per Wall Street

borsa

Chiude in negativo la borsa di Wall Street, dopo un avvio pimpante, nel giorno successivo all’innalzamento del tetto del debito pubblico negli Stati Uniti da parte del Senato. In seguito al raggiungimento dell’accordo, i due enti Moody’s e Fitch, hanno dato la conferma del rating AAA; anche se hanno sottolineato la non necessità di adozione di nuove manovre di riduzione del deficit. Dopo che l’agenzia Moody’s ha di fatto registrato un outlook negativo, è lecito aspettarsi per il prossimo futuro una manovra di downgrade. Pesano sulla chiusura negativa dei titoli statunitensi soprattutto alcune informazioni arrivate dalle macro. Informazioni che hanno portato delusione nel comparto delle imprese, a causa di un calo superiore rispetto alle previsioni di giugno, a pesare anche la deflessione inattesa dell’Ism non manifatturiero relativo al mese di luglio.

Sono giunti dati contrastanti invece dall’universo del lavoro, a cominciare del dal risultato del ADP, dato relativo al numero di occupati appartenenti al settore dell’agricoltura, risultato superiore alle attese nel mese di luglio, anche se nel mese precedente aveva rilevato invece una deflessione. Bisogna sottolineare che precedentemente, il report Challanger aveva rilasciato il numero di licenziamenti nelle società degli Stati Uniti, in aumento nel mese di Luglio. I tagli di personale effettuati dalle imprese sono di 66.414 , dato in rialzo del 60,3%. Questi report hanno anticipato quello ufficiale che sarà diramato da parte del Dipartimento del Lavoro proprio venerdì. Analizzando gli indici statunitensi, rileviamo il Dow Jones che chiude con una deflessione pari allo 0,81%, sulla stessa scia anche Nasdaq che cala dello 0,41%.