Borsa: continua il rally di Premafin a Piazza Affari

Logo_fondiaria_sai

La Premafin si lancia in un produttivo rally a Piazza Affari, con il titolo che, sospeso in asta di volatilità, fa segnare un rialzo teorico del 25 per cento, dopo il pesantissimo +43 per cento registrato nella giornata di ieri. Il mercato infatti continua a scommettere su delle novità a breve nel riassetto della holding attraverso cui la famiglia Ligresti controlla la Fondiaria-Sai, anch’essa in gran spolvero a Milano (un +8 per cento).
L’ipotesi su cui sembra si stia lavorando è quella di un aumento di capitale per Premafin – si ipotizza di circa 400 milioni di euro – che consentirebbe l’ingresso di nuovi soci nell’azionariato e che verrebbe sottoscritto anche da parte delle banche, convertendo così parte dei loro crediti. Il fondo Clessidra da parte sua si è detto pronto a entrare, con la disponibilità a investire fino a 200 milioni rilevando diritti d’opzione dalla famiglia Ligresti.
Tra le ipotesi sul tavolo anche l’ingresso di Unipol direttamente in Premafin, per poi, eventualmente, procedere a un’aggregazione con Fonsai. La holding potrebbe ottenere, con l’ingresso di nuovi soci in Premafin, i mezzi per sottoscrivere l’aumento di capitale fino a 750 milioni deciso dalla compagnia, senza diluirsi sotto il 30 per cento.Vale la pena ricordare che tramite la holding Premafin Finanziaria spa la famiglia Ligresti controlla la Fondiaria SAI Spa che è un gruppo assicurativo italiano con sede a Torino , i Ligresti, direttamente o indirettamente, ne possiedono una quota del 47 per cento.
Il gruppo Fondiaria SAI, composto da oltre 100 aziende tra controllate e collegate, si colloca al secondo posto fra le compagnie assicurative italiane, dopo Generali.