Borsa: cresce l’attesa per l’ingresso di Prada in borsa

borsa

Ormai non ci sono più dubbi, finalmente è arrivato il momento, dopo dieci anni dall’Ipo mancata possiamo finalmente dire che questa è la volta buona per l’ingresso del gruppo Prada in borsa, con tanto di nuovi conti risistemati proprio per l’importantissimo evento. Per poter gestire al meglio le proprie trattative il gruppo Prada ha però deciso di puntare verso la borsa di Hong Kong, accantonando la borsa di Piazza Affari. L’immissione ufficiale del titolo Prada all’interno della borsa cinese avverrà per la data del 24 Giugno quindi tra una decina di giorni, è come naturale che sia, tutto l’ambiente è letteralmente incandescente per questa nuova avventura che si appresta ad avviare l’azienda in questione.

Ad eccezione di una piccola frazione riveniente da un aumento del capitale, le singole azioni saranno accessibili agli azionisti di maggioranza , del gruppo Prada Holding e di Intesa SanPaolo che rappresenta il partner bancario dell’azienda che subirà una deflessione dal 5,11% all’1%.

In passato nel momento in cui l’istituto che si occupa anche del collocamento con Banca Imi, in collaborazione con Unicredit, Banca Imi Clsa-Crèdit Agricole, fece il suo ingresso all’interno del capitale dell’azienda, parliamo dunque del periodo corrispondente ai mesi conclusivi dell’anno 2006, effettuò una spesa complessiva all’incirca pari a 2 miliardi, equivalente alla porzione pari al 100% dell’equity. Il gruppo Prada segna il suo ingesso in borsa con i risultati migliori di tutto il suo corso societario, con un offerta all’interno di un range di capitalizzazione che varia dai 8,2 ai 10,8 miliardi di euro. Dopo tanto chiacchierare non ci resta che attendere il 24 Giugno per osservare finalmente i primi passi di Prada in borsa.