Borsa: giornata avulsa di contrattazioni per Piazza Affari

2

La borsa di Milano nel corso della mattinata ha odierna ha chiuso le contrattazioni in maniera decisamente piatta, sulla stessa scia delle altre borse europee.

Seduta caratterizzata dall’assenza di particolari scambi e pochissimi spunti, anche per la chiusura della borsa di Londra, e di quella di Wall Street.

“E’ come se fossimo chiusi anche noi, non c’è attività quando Londra è ferma”, afferma un’operatore di mercato, a testimoniare il forte legame tra la giornata piatta di oggi e la chiusura di Londra e Wall Street.

Più o meno per le dodici e mezza del mattino l’indice Ftse Mib subiva una deflessione dello 0,09% così come l’indice All Share che calava dello 0,077% al contrario dello Star che invece subiva un rialzo dello 0,29%.

Decisamente in positivo invece i titoli appartenenti al comparto energetico, grazie anche alla recente notizia dell’esclusione della Germania dal nucleare, così il titolo Enel Green Power ottiene un rialzo di tre punti percentuali, bene anche Falck Renewables,Ternienergia e Paramac.

Prosegue sulla buona strada anche la Fiat il quale alla chiusura dei mercati della settimana scorsa ha dichiarato al Tesor Usa, la volontà di esercitare il call su una quota pari al 6% della società Chrysler in modo tale da crescere al 52% della società.

Secondo quanto affermato da un trader: “beneficia del nuovo passo avanti nell’integrazione con Chrysler e delle dichiarazioni di Marchionne a un giornale svizzero in cui apre all’Ipo di Ferrari”.

In negativo invece il comparto bancario, che nell’ultima giornata di contrattazioni della settimana uscente aveva ottenuto un generale rialzo anche grazie alle notizie ed ai rumors riguardanti il possibile ammorbidimento riguardante la regolamentazione Ue di Basilea III.