Borsa: Goldman Sachs fa le previsioni per il 2012

165px-Goldman_Sachs.svg

Goldman Sachs ha reso note le sue previsioni circa l’andamento dei mercati azionari per il prossimo anno. Sono stime che rivestono un’importanza notevole e  cui gli investitori guardano con occhio estremamente attento dopo la notevole volatilità che ha caratterizzato i mercati negli ultimi anni.
Gli analisti della celebre agenzia di rating statunistense prevedono che nel corso del 1° semestre del prossimo anno i principali mercati azionari europei subiranno un ribasso, mentre secondo semestre dell’anno, attueranno un parziale recupero.
Stimato un ribasso dell’indice Stoxx Europe 600, dovrebbe scendere da circa 230 punti a 195 punti durante il 1° trimestre del 2012, per poi ritornare a crescere, toccando circa 225 punti alla fine del 1° semestre, ed infine raggiungere i 250 punti alla fine dell’anno. Gli analisti di Goldman Sachs hanno anche ridotto dello 0,2 per cento le previsioni sul Prodotto interno lordo mondiale, che nel 2012 dovrebbe crescere del 3,2 per cento, mentre per il prezzo del petrolio, hanno previsto un “target price” di circa 120 dollari al barile. L’agenzia di rating a stelle e strisce inoltre è ottimista per quanto riguarda l’andamento dell’euro nel lungo periodo: tanto che viene consigliato agli investitori di entrare, con riferimento ad un intervallo temporale lungo, sul cambio euro-franco svizzero.
Vale la pena ricordare che Goldman Sachs Group, Inc. è una delle più grandi banche d’affari del globo. Si occupa di risparmio gestito, di investimenti azionari e bancari e di altri servizi finanziari per lo più con investitori istituzionali. E’ stata fondata nel  1869 ed ha sede legale a New York con filiali importanti anche nei principali centri finanziari mondiali. È quotata al New York  Stock Excange.