Borsa: il 2012 inizia bene a Piazza Affari (e in tutta Europa)

BORSA MILANO

Un discreto inizio per il 2012 borsistico quello odierno sia nel Belpaese che un po’ in tutte le principali piazze europee. A Milano infatti è stata una seduta positiva. Borsa Affari guadagna l’1,2 per cento, mentre nel resto del Vecchio Continente Francoforte registra un +1 per cento, Parigi viaggia a +0,5 per cento mentre Londra è chiusa per ferie.
Il famigerato spread tra i Btp decennali tialici e i Bund tedeschi equivalenti è sceso sotto la soglia dei 520 punti a 504 punti. Il rendimento dei decennali si attesta al 7,01 per cento, in ribasso ma comunque sempre a livelli troppo elevati per i nostri poveri conti pubblici. Il quinquennale rende il 5,998 per cento e il biennale il 4,668 per cento.
Elementi determinanti per oggi in Borsa sono stati i dati in arrivo dagli indici Pmi manifatturieri in Europa che, pur restando negativi migliorano un po’ rispetto a novembre.
Quello italiano dello scorso mese è in progresso a quota 44,3 punti dai 44 di novembre. Il dato tedesco si attestato in lieve progresso a 48,4 punti rispetto al dato precedente di 48,1 punti. Il dato francese a dicembre è risultato in salita a quota 48,9 punti. A novembre l’indice risultava pari a 47,3 punti. Dunque nel complesso l’indice Pmi manifatturiero europeo ha visto un rialzo a quota 46,9 punti.
A Milano in evidenza: Terna (+3,94 per cento), FonSai (+4,84 per cento), Mps (+2,2 per cento), Finmeccanica (+2,87 per cento), Generali (+2,58 per cento). Bene anche Intesa SanPaolo (+1,62 per cento), Fiat (+1,8 per cento), Mediaset (+1,87 per cento), Bpm (+1,57 per cento). Poco mossi Unicredit (+0,31 per cento), Ansaldo Sts (+0,14 per cento), Tod’s (+0,32 per cento).