Borsa: il gigante Facebook verrà quotato la prossima primavera?

266px-Facebook.svg

Il più grande, il più famoso social  network del mondo, Facebook, vuole sbarcare in Borsa fra aprile e giugno del prossimo anno. A dirlo è il Wall Street Journal, secondo le sue fonti infatti la creatura di Mark Zuckerberg ha messo a punto il piano complessivo ed è pronta a quotarsi. Le banche che cureranno la pubblica offerta iniziale non sono state scelte ma David Ebersman, il chief financial officer,  starebbe trattando con i principali banchieri della Silicon Valley per una Ipo (l’offerta pubblica iniziale) da dieci miliardi di dollari che valuterebbe il sociale network ben cento miliardi di dollari.
Ma sul valore finale della società  nulla è stato ancora deciso, e molto dipenderà perché dall’economia e dal mercato eruopeo. Mark Zuckerberg, l’amministratore delegato di Facebook, in realtà si è più volte mostrato alquanto riluttante alla quotazione e ha mantenuto la sua creatura privata più a lungo possibile. L’ipo sarebbe una delle più attese della storia del mercato azionario.
Negli ultimi tempi molti titani del web sono entrati in Borsa, come Zynga e Groupon (deludente la sua performance finora, tanto è che le sue azioni sono scese sotto i venti dollari dell’Ipo), ma siamo ben lontani dalle dimensioni che ha Facebook che conta circa 700 milioni di utenti nel mondo. In ogni caso Facebook dovrà entro aprile per legge rendere pubbliche le proprie informazioni finanziarie, in quella data infatti supererà la soglia dei cinquecento azionisti. La Sec impone alle società che appunto superino quella soglia di azionisti di comunicare le informazioni finanziarie pubblicamente.