Borsa Italiana: da stamattina Fiat si fa in due

E’ tutto pronto per l’esordio in borsa dei due nuovi titoli Fiat. Alle 9 di stamattina, infatti, l’Amministratore Delegato del gruppo, Sergio Marchionne, sarà presente a palazzo Mezzanotte per completare l’ultima tappa dello scorporo di Fiat in Fiat Spa, che comprenderà i risultati del comparto auto e Fiat Industrial, il titolo che registra l’andamento di Veicoli commerciali ed agricoli.

Punto di arrivo di un processo iniziato il 21 aprile dell’anno scorso, si tratta di una tappa fondamentale nella storia di per Fiat, quotata in Borsa dal 1903: i titoli rispecchieranno l’andamento delle vendite e delle richieste di acquisto dei due settori, ma appare subito evidente la natura speculativa della divisione: l’accordo conferisce maggiore facilità nel procedere a fusioni, cessioni e alleanze possibili ai due rami dopo la scissione. Gli investitori lo hanno intuito subito e giovedì, prima della pausa di Capodanno, il titolo ha chiuso a 15,43 Euro, con un +50% dalla data dell’annuncio del progetto.

Da stamattina, il titolo Fiat Industrial sostituirà Italcementi nell’indice Ftse Mib, entrando di diritto nelle Bluechip della Borsa Italiana: chi già possedeva azioni Fiat si ritroverà ora in portafogli entrambi i titoli della classe corrispondente a quelli già detenuti. Bloomberg stima valori pari a 6,65 Euro/azione per Fiat Spa e 9,40 Euro/azione per Fiat Industrial, con un totale per i due titoli che quoterebbe dunque 16,05 (+4% da giovedì). Le proiezioni per l’anno comprendono un target price di 7,99 Euro per il primo e 8,9 Euro per il secondo.