Borsa: La situazione di Asia-Pacifico

borsa

All’interno di questo post andremo ad evidenziare la situazione borsistica della zona dell’Asia e del Pacifico, dalla quale emerge una situazione di sommaria stabilità anche se risultano attualmente leggermente indebolite le borse di Hong Kong e di Shanghai, indebolite a causa della situazione negativa del comparto bancario. Gli investitori attualmente risultano essere abbastanza cauti a causa degli asset rischiosi che hanno portato ad una situazione di lieve stallo, anche per l’attesa del rilascio dei dati riguardanti il mercato del lavoro negli Stati Uniti, attesi per la giornata di venerdì, attesa anche per le statistiche riguardanti il livello di inflazione e dei dati del Pil della Cina. Investitori cauti anche a causa della situazione del livello del debito riguardante la zona euro, in seguito al taglio effettuato dal Moody’s al livello di junk sul rating dello stato del Portogallo. Le borse di Shanghai e di Hong Kong sono costrette a perdere entrambe all’incirca lo 0,3%, anche a causa delle performance negative ottenute dal comparto bancario.

Hong Kong Bank of China e CCB, subiscono perdite complessiva per percentuali all’incirca pari al 3%, il titolo Prada invece ottiene una crescita dell’1,8%. Chiude in territorio positivo anche la borsa di Seul all’interno della quale spicca la prestazione decisamente in positivo del titolo Hyundai Heavy, che riesce a chiudere le trattative ottenendo un rialzo addirittura pari al 6,4%, anche grazie alla notizia rilasciata di non avere alcuna intenzione di presentare offerte per le quote dell’ Hynix Semiconductor, che nella giornata di oggi retrocede vistosamente del 5,4%.
Stessa situazione in positivo anche per la borsa di Taiwan che chiude la giornata di trattative in rialzo, trascinata dal titolo dell’azienda produttrice HTC che ottiene guadagna pari al 3,3%.