Borsa: la situazione di inizio settimana

borsa

Secondo un esperto del settore: “Le ultime notizie danno una pace fatta tra Francia e Germania con Sarkozy che ritira la proposta di trasformare in una banca il Fondo a sostegno dei Paesi in difficolta’ e la Merkel che dichiara che ‘Francia e Germania stanno ora avvicinando le loro posizioni’.

Avvio dei mercati in positivo per la borsa di Wall Street con il Dowjones che sale dello 0,64% mentre Nasdaq ed S&P500 crescono rispettivamente dell’1% e dello 0,94%. Positive anche le prestazioni ottenute dai maggiori listini europei, che dopo un inizio volatile, sono riuscite a terminare le trattative in rialzo. Brilla il Dax di Francoforte che sale dell’ +1,48%, in salita anche la borsa di Londra che cresce dello 0,77%. In verde anche Piazza Affari dove il FTSE MIB guadagna lo 0,83% mentre FTSE ALL lo 0,73%.

Analizzando nello specifico la borsa di Piazza Affari emerge come ci siano state numerose vendite per il Banco Popolare di Milano, vendite che generano una perdita complessiva del 3,76%. Nella giornata di Sabato ha avuto luogo l’assemblea dei soci che eletto il nuovo presidente dell’azienda ovvero il signor Annunziata. Sconfitta invece la lista guidata dal Marcello Messori che con la collaborazione di Fabi e Fiba Cisl aveva proposto come candidato Matteo Arpe. Giornata pesantemente negativa per il titolo Edison che ha portato in un primo momento alla sua sospensione, salvo poi rientrare con un calo del 9%, proprio nel giorno in cui i soci hanno richiesto l’adozione di un nuovo assetto presso l’organo Consob: «l’esenzione da ogni obbligo di lanciare un’Opa residuale su azioni Edison».