Borsa: la situazione di Piazza Affari

borsa

L’indice Ftse Mib riesce a ricucire i danni perdendo solo -1,07% a 18.360 punti, in seguito al rilascio dei dati relativi all’indice Pmi Chicago, e dei risultati riguardanti la fiducia dei cittadini americani. Chiude in negativo invece la borsa americana di Wall Street, soprattutto a causa del mancato accordo riguardante la situazione del debito degli Stati Uniti, unita alla crescita minore delle attese del Prodotto Interno Lordo

Un esperto di mercato intercettato da MF-Dowjones ha dichiarato:”Sono preoccupato per il livello che sta raggiungendo lo spread decennale Btp/Bund, possibile che il delta si allarghi ulteriormente, a causa di speculatori che giocano sul debito italiano, sfruttando la debolezza del mercato”. L’esperto aggiunge in seguito:”il rendimento dei titoli di Stato ha un effetto domino sul mercato italiano poiché’ incide sia sui titoli bancari che sull’indice”. Continua il calvario del comparto bancario del Ftse Mib a cominciare dal titolo Unicredit che indietreggia del 2,58%, in calo anche il titolo Intesa San Paolo in deflessione dell’1,87%. Tra le assicurazioni invece continuano i cali dell titolo Mediolanum che perde -3,38%, mentre le Generali Ass chiudono in negativo le trattative del -2,16%.

Analizzando il resto del paniere emergono le prestazioni di Lottomatica che si mette in evidenza con un aumento percentuale del 10,23%, in positivo anche Autogrill che sale del +3,94%, anche grazie ai risultati positivi rispetto all’anno precedente, il titolo Erna chiude in positivo le trattative dello 0,9%, il titolo Eni chiude in rosso dell’1,5% in seguito al rilascio dei conti. Giornata neri per Finmeccanica che cede il 7,2%, buttando all’aria in due giorni praticamente il 25% del valore, secondo un esperto “difficile che i recenti cali siano causati esclusivamente dai problemi emersi nella semestrale”.