Borsa: la situazione nel mondo

borsa

Analizzando la situazione odierna di Wall Street si nota come la maggior parte degli indici chiudano la giornata in negativo, l’unico a fare da eccezione è l’indice Nasdaq, che dimostra di avere una buona stabilità. Pesa sulle trattative e sulla fiducia degli investitori soprattutto lo stato di precarietà e di indecisione presente tra i Democratici ed i Repubblicani per quanto riguarda l’aumento della soglia del debito pubblico all’interno degli Stati Uniti. Il timore più grande per tutti gli investitori è che non si arrivi ad un accordo tra le parti entro il giorno di scadenza fissato per la giornata del 2 Agosto. Come affermato anche da Hugh Jhonson chief Investment officer della Hugh Johnson Advisors LLC:”Il livello di fiducia sul raggiungimento di un accordo sta iniziando a diminuire”

All’incirca verso le ore 18:30 del nostro paese, l’indice Dow Jones comincia a subire i primi colpi, arretrando dello 0,4%, stessa situazione per lo Standard & Poor’s 500. Di riflesso anche le borse europee risentono del calo di Wall Street, così anche la borsa di Londra perde lo 0,27%, in calo anche Piazza Affari dello 0,34%, stessa scia di Francoforte in deflessione dello 0,33% e di Parigi che perdo l’1,02%. Completamente differente la situazione sul fronte giapponese che a differenza di Europa e Stati Uniti costantemente in difficoltà, riesce a continuare nel suo periodo di costante lucentezza e splendore. Situazione che si evince anche dal ritorno del samurai bond ovvero un titolo pluriennale rilasciato in yen e che determina contrattazione all’interno della borsa giapponese. Continua dunque il periodo di lucentezza della borsa di Tokio al contrario del fronte occidentale che continua ad avere difficoltà nel risalire dalla crisi.