Borsa: mercati in rialzo in Europa, elevato ancora lo spread

BORSA PIAZZA AFFARI

Apertura in rialzo per le piazze del Vecchio Continente. Piazza Affari sale del 2,68 per cento, Londra avanza dello 0,93 per cento, Francoforte sale dell’1,34 per cento, Parigi cresce dell’1,41 per cento, spinta dal dato sulla produzione industriale che è salita oltre le attese degli esperti del settore.
A novembre 2011 infatti l’incremento è stato dell’1,1 per cento rispetto al mese precedente a fronte di una stima degli economisti che si attestava invece su -0,2 per cento. Sui titoli influisce anche la crescita del mercato di  New York: ieri le Borse a stelle e strisce hanno chiuso con rialzi seppur contenuti.
Rimangono comunque le tensioni sul debito del Vecchio Continente, anche se torna sotto quota 530 l’ormai famigerato spread tra  i Bund tedeschi e i nostri Btp decennali. Il rendimento è assai elevato visto che si posiziona al 7,16 per cento e quindi sempre molto pesante per i nostro bilancio statale.
La fiducia nel complesso resta bassa. Nuovo record infatti ieri per i depositi “overnight”: gli istituti  di credito hanno allocato presso lo sportello ufficiale 481,935 miliardi a fronte dei 463,565 miliardi del precedente record assoluto. E’ davvero indicativo il fatto che le banche preferiscano ricorrere allo sportello della Banca centrale europea, che viene remunerato soltanto allo 0,25 per cento, piuttosto che prestarsi fondi tra loro a tassi assai più elevati. Il fatto, detto in soldoni, è che non si fidano…
Il cambio euro-dollaro rimane sotto la soglia di 1,30. In apertura di contrattazioni la moneta unica è stata scambiata a 1,2780 contro il dollaro (ieri dopo la chiusura di Wall Street era a quota  1,2767). L’euro è a 98,229 contro lo yen giapponese.