Borsa: nuove manovre salva-Stati

borsa

Finalmente giungono buone novelle per il mercato, dopo un lungo periodo fatto di instabilità politica, e di incertezze. La buona notizia riguarda l’Esfs, un’ente creato inizialmente per supportare la stabilità finanziaria, è divenuta una figura che avrà lo scopo di sostenere piani di rivoluzione per uscire da questo stato di crisi e depressione e economica. Proprio per questo motivo sono state assegnate delle nuove mansioni all’Esfs, che avrà ora la possibilità di supportare in maniera costante la situazione della Grecia, fornendo dei prestiti che avranno la durata minima di 15 anni ed un massimo di 30 anni. I seguenti cambiamenti sono stati annunciati recentemente, ed includeranno inoltre una serie di manovre di precauzione, che riguarderanno anche i paesi dell’Eurozona, i quali si sono impegnati a raggiungere una decisione nel più breve tempo possibile. Si tratta questo di un processo molto importante, soprattutto per poter portare un po’ di serenità in questa situazione drammatica che riguarda la Grecia e tutti i paesi europei.

Sino ad ora l’Esfs ha fornito prestiti per un valore complessivo di 5,9 miliardi di euro, per la nazione del Portogallo, altri 3,6 miliardi di dollari prestati all’Irlanda. Per quanto riguarda il nostro paese, secondo alcuni ben infomati, l’Italia si sarebbe dichiarata disponibile a dare il proprio supporto, grazie all’integrazione della garanzia senza dovere ricorrere al Parlamento, infatti secondo il Il Dl del 31 maggio 2010 n.78, in caso di misure urgenti in materia economico-finanziaria, il Ministro dell’Economia e delle Finanze ha la posssibilità di fornire la garanzia al paese, riguardanti le passività del veicolo Efsf «e le conseguenti decisioni che verranno assunte all’unanimità degli Stati membri dell’area euro».