Borsa oggi: chiusura in ribasso per Wall Street. Borse asiatiche in rosso. Tokyo chiusa per festività

Chiusura negativa, ieri, per Wall Street, dopo diversi giorni di tranquillità. Dando una rapida occhiata ai principali indici azionari statunitensi, si denota che questi hanno chiuso oggi in moderato ribasso.

Il Dow Jones ha perso meno dello 0,1%, l’S&P 500 lo 0,2% e il Nasdaq Composite lo 0,3%. La seduta, come era logico attendersi, è stata fortemente condizionata dalla notizia dell’uccisione di Bin Laden.

La notizia della morte di Bin Laden, inizialmente accolta con entusiasmo da Wall Street, in una seconda fase si è trasformata in un’arma a doppio taglio, generando un sentimento di preoccupazione nei mercati.

La morte di Bin Laden, difatti, potrebbe far aumentare gli atti terroristici visto che Al Qaeda cercherà probabilmente di vendicare il suo leader.
I prossimi mesi potrebbero essere quindi piuttosto turbolenti anche a causa della già forte tensione in Africa e nel Medio Oriente.

La morte del terrorista saudita, inoltre, ha messo in ombra sia i dati macroeconomici pubblicati oggi che le notizie arrivate dal fronte societario.

Segnaliamo, tra i petroliferi le prestazioni di Exxon Mobil e Chevron che lasciano entrambi sul terreno l’1,2%. Brutta performance anche per Microsoft che ha perso l’1%. Gli investitori sono scettici sulle prospettive di breve termine del titolo del colosso del software a causa del rallentamento della domanda di PC.

La debolezza di Wall Street frena anche le borse asiatiche, oggi prive di Tokyo. Il Giappone oggi festeggia il Constitution Memorial Day, e resterà chiusa anche domani per il Greenery Day e dopodomani per il Children’s Day.

Tra i listini asiatici, Seul perde l’1,41% e si attesta a quota 2.197 punti mentre Taiwan lascia lo 0,69% portandosi a quota 8,946 punti.