Borsa oggi: Piazza Affari e Tokyo aprono in ribasso

tokyo

Le borse europee e mondiali, continuano a subire l’effetto del difficile momento degli Stati Uniti, che ancora non prendono una decisione circa l’innalzamento del debito del paese. Anche oggi, quindi, le borse partono quasi tutte con un segno negativo, addirittura quella di Tokyo, il cui mercato ultimamente appariva come uno dei più solidi. Da noi, Piazza Affari apre con l’indice Ftse Mib in flessione dello 0,87% a 18.863 punti. Risultato quasi certamente dovuto alle banche Unicredit ed Intesa Sanpaolo che, fin dai primissimi minuti di contrattazioni in apertura, lasciano rispettivamente il 3% la prima e il 2,74% la seconda. Leggermente meno grave il calo Mps (-1,24%), Bpm (-2,11%) e Banco Popolare (-1,67%). La Mediobanca cede lo 0,61% e Generali l’1,08%. Nel resto d’Europa, la situazione non è più rosea: Parigi perde lo 0,59% a 3.765 punti, Francoforte lo 0,45%, Amsterdam a meno 0,28%. Tornando alla borsa di Tokio, l’indice Nikkei risulta ancora in sofferenza come risultante di 4 mesi appena trascorsi, in cui il dollaro contro lo yen è arrivato a quota 77,70, in sefuito alle contrattazioni avvenute sui mercati di valuta giapponesi.

In generale, regge molto bene il valore dell’oro, il cui massimo è stato segnato sopra i 1,623 dollari l’oncia. La situazione borsistica mondiale, comunque continua ad essere in sofferenza per la paura di un downgrade del debito degli Stati Uniti. Si spera in una decisione rapida entro il 2 di agosto 2011, che possa dare una spinta positiva all’economia globale. Una spinta che possa aiutare ad uscire fuori dallo stallo borsistico che dura ormai da troppo tempo. E’ quanto ci si augura ogni giorno, ad apertura delle borse.