Borsa oggi: Wall Street chiude in ribasso. Male anche Tokyo e le borse asiatiche

Wall Street termina in calo. Il Dow Jones cede l’1,14% mentre il Nasdaq lascia sul terreno l’1,06%. A indebolire la piazza statunitense è stata principalmente la decisione di S&P di rivedere al ribasso l’outlook sul rating del debito statunitense a “negativo” dal precedente “stabile”.

Un fattore decisamente importante, che ieri ha pesato su tutte le borse mondiali.
L’avvertimento di Standard & Poor’s della possibilità di abbassare il rating degli Stati Uniti e il declassamento dell’outlook sul debito sovrano del Paese da stabile a negativo, infatti, ha messo in crisi i mercati asiatici.

A Tokyo l’indice Nikkei ha guadagnato l’1,1% arrivando a quota 9,456.10. Il Kospi, indice  sudcoreano, ha ceduto lo 0,4% registrando un 2,130.27, mentre anche gli indici di riferimento in Cina, Singapore, Taiwan, Australia, Nuova Zelanda e Filippine perdevano terreno.

Tornando alla borsa di Tokyo, a pesare sul risultato anche il netto rialzo dello yen su dollaro ed euro, dovuto ai problemi di bilancio americani ed europei. L’indice Topix ha chiuso in ribasso dell’1,05% a 827,56 punti.

Secondo gli addetti ai lavori il governo americano troverà forti difficoltà a raggiungere gli obiettivi di budget nel medio e lungo termine entro il 2013. Nel caso di mancato raggiungimento di tali target l’economia americana da un punto di vista fiscale subirebbe un colpo molto duro.