Borsa: prestazioni positive per Giappone e Cina

1

La borsa giapponese conclude le contrattazioni della giornata di ieri in positivo, grazie alle prestazioni ottenute da Honda Motor e Canon, i quali hanno potuto contare sulle buone valutazioni sulla produzione industriale in Giappone, e sulla debolezza della moneta giapponese dovuta all’ipotesi molto più che probabile di taglio del rating sul paese orientale per opera di Moody’s.

Nell’ultimo giorno di Maggio l’indice Nikkey ottiene un guadagno del 2,0% riuscendo a raggiungere la quota di 9693,73 punti, mentre il Topix ottiene un rialzo del 1,8% toccando quota 834,48 punti.

Buone anche le prestazioni di Canon il quale ottiene un rialzo del 2,1%, sulla stessa scia il titolo Olympus a 2,2%, ottima prova per Honda Motor che sale del 2,0% mentre Softbank a +3,6% per una quota di 3.145.

Il titolo Fast Retailing ottiene a fine trattative un rialzo del 2,5%, sale addirittura del 4,9% Sojitz, bene anche Sumitomo Corporation che sale a +2,6%, così come Toyota Tsusho in positivo del +3,9%.

Spostandoci sul versante cinese, lo Shanghai Composite ottiene un rialzo del 1,4%, supportato anche dalla forte riprese del comparto delle utilities.

Buone prestazioni per i titoli Huaneng Power International che guadagna due punti netti percentuali, sulla stessa scia Huadian Power International l’1,6%, buona anche la prestazione di China Yangtze Power in territorio positivo dell’1,2%.

Il Governo cinese ha recentemente dichiarato che a partire da Mercoledì primo Giugno, verrà applicato un aumento dei prezzi applicati all’energia elettrica per i clienti appartenenti al settore industriale agricolo e commerciale.

Giornata dunque positive per le due borse principali del fronte asiatico, prestazioni supportate anche dagli investimenti stranieri, in particolare dagli investitori occidentali.