Borse: attesa per gli interventi delle Bce, cala lo spread

BORSA MILANO

C’è attesa per la riunione del board della Bce di domani. Gli analisti pensano a un taglio dei tassi per dare stimolo all’economia boccheggiante del Vecchio Continente. Anche sul fronte cinese la Banca centrale potrebbe intervenire per dare stimoli a un’economia che lo scorso mese  nel settore dei servizi ha mostrato l’espansione più lenta degli ultimi dieci mesi.
L’indice Pmi del settore è sceso a 52,3 punti dai 54,7 di maggio, quando aveva toccato i massimi da 19 mesi, segnando il calo più consistente dal mese di agosto. Il governo  lo scorso mese ha tagliato i tassi di interesse per la 1ª volta dal 2008 proprio per contenere il rallentamento dell’economia. Ora è probabile qualche nuova misura, tipo l’abbassamento delle riserve bancarie obbligatorie.
Piazza Affari cede lo 0,7 per cento come Parigi, Francoforte per lo 0,6 per cento, Londra arretra dello 0,2 per cento. Sotto i riflettori Mediaset dopo il vociferare su un possibile interessamente di Al Jazeera per una partnership.
Wall Street oggi è chiusa per i festeggiamenti per il 4 luglio. La moneta europea è debole sotto i 1,26 dollari Usa. L’euro passa di mano a 1,2592 dollari Usa. Lo spread nostrano è sceso a quota 409 punti con i Btp che scambiano a un tasso del 5,5 per cento. Ancora al 6,1 per cento i Bonos iberici che rendono più delle obbligazioni irlandesi (5,8 per cento).
L’indice Pmi è salito lo scorso mese a 46,4 punti rispetto ai 46 punti di maggio, mentre gli esperti si aspettavano un dato invariato a quota 46. E’ salito il Pmi servizi a 47,1 punti dai 46,7 di maggio (attese a 46,8).