Borse europee: l’apertura della giornata di oggi

borsa europea

Dopo l’apertura negativa di ieri, che ha visto Piazza Affari in perdita di oltre il 3%, pare evidente la bocciatura da parte dei mercati della manovra finanziaria, seppur varata in tempi record dal governo italiano. Continua quindi a crescere il timore che la situazione di Atene possa allargarsi ad altri paesi europei, trascinandoli nel baratro della crisi.

In effetti, le chiusure delle borse di ieri, in tutta Europa, non sono state molto incoraggianti, considerato che Londra ha chiuso con un meno 1,55 per cento, Parigi al meno 2,04 per cento, e addirittura Francoforte con meno 1,55 per cento. Il calo di Piazza Affari, in Italia, ha naturalmente suscitato le reazioni dal mondo politico. Il commento del segretario del Pd Pier Luigi Bersani, riferito a questa chiusura a meno 3% è stato: “chi governa il traffico non ha credibilità. l’Europa e i mercati osservano un punto: siamo un paese che non riesce a crescere e non crescendo è difficile pagare il debito e pagarlo a prezzo buono”. Il momento attuale è quindi per Bersani, “una continua giaculatoria di un governo che sopravvive per la stabilità e” in realtà “garantisce instabilità; oggi ne abbiamo avuto la prima prova”. Per il segretario del Pd, appare evidente l’esigenza di una ripartenza. Dall’altra parte, a tali affermazioni risponde indirettamente Antonio Leone del Pdl, vicepresidente della Camera, secondo il quale il clima di coesione che si è creato per arrivare ad approvare in tempi così rapidi la manovra finanziaria, seppur non è servita come si è visto a dare una scossa positiva alle borse, “dovrebbe continuare a essere il presupposto per fronteggiare tutti insieme e responsabilmente il momento delicato che attraversiamo. L’aggressione della speculazione internazionale non si fronteggia con il vuoto di potere e con fantomatici governi tecnici privi di forza politica. Chi insegue oggi la crisi altro non fa che favorire il gioco degli speculatori”. Non resta che aspettare la chiusura di questa ennesima giornata, sperando che il tanto agognato scossone positivo arrivi a contagiare. Oltre Piazza Affari, anche le altre principali borse europee.