Borse Europee oggi: indici sotto terra, c’è anche blackout

borse europee piazza affari

Proprio nel “day after” l’intervento del premier Silvio Berlusconi alla Camera (“l’Italia è solida” […] “le banche stanno bene”), a Piazza Affari arriva il terremoto: clamorosa la chiusura di Intesa Sanpaolo che ha fatto registrare un calo del –10.35%, e di Unicredit, scesa con –9.33%). Si trattano dei due titoli che insieme a Fiat hanno fatto registrare grossi cali.

Nel listino, hanno trmato anche Pirelli (-6,53%) e Exor (-4,9%). Quel che ha colpito però della giornata di oggi presso le borse europee è che un misterioso guasto tecnico non ha permesso il calcolo del Ftse Mib, fermo alle 17:00 precise. Da pochi minuti di quell’ora in poi, infatti, a Milano, Bruxelles, Amsterdam, Parigi e Lisbona è arrivata la comunicazione ufficiale dello stop delle contrattazioni. La Consob ora sta indagando per fare chiarimenti sui motivi del “blackout”.

In tutte le piazze finanziarie in quel momento si registravano ribassi, più o meno in trend con quanto rilevato nell’ultima settimana. Il forte tracollo delle borse ha avuto eco nel mondo della politica, dal quale è arrivato il segnale di forti livelli di incertezza nell’economia internazionale. Le perdite arrivano anche da Wall Street (Dow Jones –2.36%, Nasdaq –2.86%), dove i prezzi delle obbligazioni governative, in seguito alla manovra della Casa Bianca, sono aumentati di un bel po’, andando a così a far scendere i rendimenti. Ci si prepara adesso ad un lungo weekend di riflessioni per cercare di capire in che maniera si possano riassestare i listini delle principali piazze finanziarie europee.