Borse: giornata tranquilla e spread in leggero calo

BORSA MILANO

I dati del Belpaese sia per quel che riguarda il Prodotto interno lordo del 2° trimestre,  che sul fronte della produzione industriale a giugno sono stati oramai digeriti dagli investitori. Così Piazza Affari  guadagna 1 punto e mezzo, Parigi guadagna lo 0,8 per cento, Londra perde lo 0,1 per cento, Francoforte sale dello 0,5 per cento.
Negativi i dati macro tedeschi dove le commesse all’industria sono diminuite in giugno assai più di quanto preventivato dagli esperti: -1,7 per cento mensile contro una stima che limitava la discesa allo 0,5 per cento. Un dato da imputare soprattutto al calo degli ordini giunti dagli altri partner della UE.
In Inghilterra Standard Chartered crolla di quasi il 14 per cento, dopo essere stata accusata dalle autorità statunitensi di aver nascosto nell’arco di 7 anni transazioni con l’Iran dal valore di oltre 250 miliardi di dollari Usa, violando l’embargo a stelle e strisce. La banca ha smentito le accuse.
Lo spread Btp-Bund è in ribasso a 442 punti base, con un rendimento al 5,9 per cento. Il Tesoro ellenico è riuscito a collocare sul mercato titoli a 6 mesi per 812,5 milioni di euro a un tasso di interesse in lieve calo, a 4,68 per cento. L’operazione arriva 2 giorni dopo la partenza degli esperti della troika (Bce, Ue, Fmi) dalla capitale greca. Il fondo salva stati Efsf, invece, ha venduto bond con un tasso interesse negativo: titoli a 3 mesi per 1,431 miliardi di euro a un tasso di -0,0217.
L’euro è in recupero su dollaro Usa e yen. La moneta unica del Vecchio Continente è scambiata a 1.2426 con il dollaro Usa e a 97,47 con lo yen giapponese.