Borse: i mercati credono nell’intervento della Federal Reserve

Bernanke

Mercati azionari del Vecchio Continente in rialzo nonostante gli indicatori non esaltanti giapponesi (produzione industriale) e tedeschi (vendite al dettaglio). A far volgere in positivo le borse sono le aspettative sul discorso che Ben Bernanke (nella foto), il presidente della Federal Reserve, pronuncerà prima del vertice di Jackson Hole.
Piazza Affari viaggia in rialzo dell’1,4 per cento trascinata dai titoli bancari con Monte Paschi di Siena in evidenza dopo le forti perdite dei giorni scorsi, Parigi sale dello 0,6 per cento, Londra è in rialzo dello 0,2 per cento, Francoforte dello 0,5 per cento. Spread nostrano stabile a quota 444 punti.
Come accennato sopra in Germania le vendite al dettaglio sono scese dello 0,9 per cento mensile e dell’1 per cento annuo nel mese di luglio. Il dato è peggiore delle attese degli esperti che avevano previsto una crescita dello 0,1 per cento su base mensile.
Seduta negativa per Tokyo, per i timori sulla crescita economica globale. L’indice Nikkei ha perso l’1,6 per cento, il Topix ha lasciato l’1,63 per cento. I corsi azionari sono stati zavorrati anche dal dato deludente sulla produzione industriale nipponica: -1,2 per cento mensile lo scorso mese, un dato peggiore delle attese, si stimava infatti una crescita dell’1,8 per cento. L’attività è stata comunque limitato, con 1,59 miliardi di azioni scambiate sul 1° mercato. Nel resto dell’Asia Hong Kong cede lo 0,36 per cento, Seul ha chiuso in lieve calo a -0,07 per cento, Shanghai ha perso lo 0,25 per cento.
Wall Street ha chiuso in calo, regna la cautela in attesa di nuove indicazioni da parte della Federal Reserve e la decisione sui tassi della Bce attesa la prossima settimana. Il Nasdaq ha perso l’1,05 per cento, il Dow Jones è sceso dello 0,81 per cento, lo S&P 500 è arretrato dello 0,78 per cento.
Euro è in calo, passa di mano a 1,2497 dollari Usa, contro gli 1,2508 dollari Usa di ieri sera. Nei confronti della valuta nipponica, l’euro passa di mano a 98,04 yen, in leggero calo rispetto ai 98,33 di ieri.