Borse: i mercati tentano il rimbalzo, Asia sostenuta dall’iphone 5

BORSA LONDRA

I mercati del Vecchio Continente provano il rimbalzo dopo una settimana praticamente sempre in negativo a causa soprattutto delle vendite. Secondo gli esperti i cali delle ultime sedute sono dovuti ad “una sottostima” delle iniziative che sono statte prese dalla banche centrali. Gli investitori infatti continuano a essere preoccupati per la situazione economica nel Vecchio Continente.
Mario Monti, ha rivisto al ribasso le stime sul Prodotto interno lordo del nostro Paese per quest’anno mentre Christine Lagarde, il direttore del Fondo monetario internazionale,chiede chiarezza sul futuro dell’Ue. Dalla Cina,  intanto giungono voci di una possibile ripresa del settore manifatturiero. Oggi a sostenere le quotazioni è soprattutto il debutto dell’iPhone 5.
Piazza Affari si muove in rialzo dello 0,8 per cento, Parigi dello 0,5 per cento, Londra dello 0,3 per cento, Francoforte dello 0,2 per cento. In calo lo spread nostrano, in discesa a 336 punti base. In rialzo l’euro poco sotto quota 1,30 dollari. La moneta unica europea passa di mano a 1,2992. Contro lo yen la divisa del Vecchio Continente quota 101,52.
Bene l’Asia con Tokyo che ha recuperato lo 0,25 per cento grazie, come detto, all’uscita del nuovo smartphone della Apple. Bene anche i titoli energetici visto l’aumento dei prezzi del greggio. A Tokyo la Impex, con il rimbalzo del petrolio, sale dell’1,6 per cento, a Seul Samsung guadagna l’1,2 per cento. Un punto di incremento per l’australiana GrainCorp. L’indice d’area Msci sfiora il punto percentuale di rialzo.
Spiega Timothy Moe, analista ad Hong Kong di Goldman Sach: «Quando hai tali catalizzatori come può essere l’uscita dell’iPhone 5 questo ti aiuta di certo a sostenere le cose nel settore della tecnologia. La nostra visione è di ottimismo moderato, l’obiettivo della crescita non è così buono come si sarebbe voluto quindi, abbiamo bisogno di essere un po’ più sobri nelle nostre aspettative».