Borse: il rally mondiale dei mercati

BORSA PIAZZA AFFARI

Seduta in rialzo per Piazza Affari (Ftse Mib +0,8 per cento) che continua il rally di ieri proprio oggi che il Gioverno Monti tornerà a rivolgersi al mercato in cerca di nuovi fondi. Bene anche il resto del Vecchio Continente: Francoforte sale dello 0,9 per cento,  Parigi dello 0,8 per cento, Londra guadagna lo 0,6 per cento.
A Milano l’interesse della giapponese Hitachi per il 50 per cento di Ansaldo Breda e per una quota in Ansaldo Sts spinge sia la stessa Sts (+4,4 per cento), sia Finmeccanica (+9,3 per cento) che risultano così i due titoli migliori dell’indice Ftse-Mib. Le parole di Ben Bernanke, presidente della Federal Reserve, spingono verso l’alto i listini visto che la stagione di tassi bassi della Fed è destinata a durare.
Lo spread è in leggero rialzo a 311 punti dopo la chiusura di ieri a 308 punti, lo stesso livello dell’apertura di questa mattina
Diamo un’occhiata a mercati asiatici: Tokyo ha chiuso in forte rialzo ai massimi dal sisma del 2011 sullo slancio del buon andamento degli indici di Wall Street. Bene i titoli ciclici, i minerari e le banche. L’indice Nikkei ha guadagnato 236,91 punti, ovvero il 2,36 per cento. Shanghai ha chiuso in ribasso con l’indice Composite che si è fermato a -0,15 per cento, bene Hong Kong che ha guadagnato l’1,83 per cento. In netto rialzo il Kospi di Seul a +1,02 per cento.
Wall Street ha terminato la seduta in rialzo, con i listini che si avviano a chiudere il migliore 1° trimestre dal 1998.
Ben Bernanke, presidente della Federal Reserve, ha parlato di miglioramenti del mercato del lavoro. E così il Nasdaq si è portato sopra i 3.100 punti per la prima volta dal 16 novembre 2000. Lo S&P 500 è cresciuto dell’1,39 per cento, il Dow Jones ha guadagnato l’1,23 per cento, il Nasdaq è avanzato dell’1,78 per cento.