Borse: il settore bancario traina Piazza Affari, cala lo spread

BORSA PIAZZA AFFARI

Una mattinata di rialzi per le Borse del Vecchio Continente con Piazza Affari che, grazie al traino del settore bancario, guadagna l’1,3 per cento, Parigi cresce dello 0,2 per cento, Londra sale dello 0,5 per cento, Francoforte dello 0,4 per cento.
Continua la discesa dello spread fra Btp decennali e Bund tedeschi a 321 punti dopo il forte calo di ieri che lo aveva portato sotto quota 340. Siamo sui livelli di inizio settembre. Nel complesso la giornata di Borsa vive in attesa del vertice UE di stasera e dell’apertura dei listini statunitensi.
La Spagna ha collocato titoli di Stato con scadenze a due, tre e cinque anni per complessivi 4,5 miliardi di euro, il massimo importo prefissato, con rendimenti più bassi del’ultima asta. Per i titoli a 2 anni il rendimento è stato del 2,069 per cento, per quella a 5 anni il tasso è sceso al 3,376 per cento dal 4,021 per cento del collocamento del 19 gennaio, per la tranche 2015 il rendimento medio è sceso al 2,617 per cento dal 3,332 per cento dell’asta del 16 febbraio.
Il tasso di disoccupazione in Francia è aumentato dello 0,1 per cento nel 4° trimestre dello scorso anno rispetto al trimestre precedente assestandosi al 9,4 per cento della popolazione attiva. Un dato in rialzo egualmente dello 0,1 per cento rispetto al 4° trimestre dell’anno prima. Le immatricolazioni di nuove vetture sono crollate del 20,2 per cento lo scorso mese a quota 163.063 unità anche se bisogna considerare che nel 2011 era in vigore un piano di incentivi.
L’euro è invariato  1,333 contro il dollaro Usa, sulle stesse quotazioni di ieri dopo la chiusura di Wall Street. Lo yen è a quota 108,7.