Borse: i mercati guardano con fiducia alla Banca centrale europea

BORSA PIAZZA AFFARI

Con una certa dose di ottimismo i mercati planetari danno il via ad un’altra settimana decisiva per la sopravvivenza della moneta unica europea. L’opinione diffusa è che sia la Bce che la Federal Reserve statunitense interverranno per sostenere le economie prevenendo così l’innescarsi di una nuova fase di decrescita negli Usa e l’aggravarsi delle recessioni in corso in Europa.
Berlino dà il suo ok alla Banca centrale europea per i nuovi acquisti di Bond degli Stati in crisi.  Ha detto in conferenza stampa Georg Streiter, vice portavoce di Angela Merkel: “Naturalmente il governo tedesco ha piena fiducia nell’indipendenza d’azione della Bce”.
Per il governo allemanno gli acquisti di titoli di Stato delle nazioni in crisi dell’Eurozona da parte della Banca centrale europea ”non sono inammissibili” secondo i trattati europei.
Citando le parole usate la scorsa settimana dal Mario Draghi, sia Jose Manuel Barroso, durante una visita ad Atene, che Antoine Colombani, hanno ribadito che: “I governi dell’area euro, la Commissione europea e la Bce faranno tutto il necessario per preservare l’area euro”.
Così a Piazza Affari il Ftse-Mib è in rialzo del 2 per cento, Francoforte sale dello 0,8 per cento, Londra e Parigi guadagnano lo 0,5 per cento,. Tra i titoli in evidenza a Milano c’è A2a che festeggia l’annuncio della prospettiva di cessione della francese A2a Coriance a Kkr. I titoli così salgono del 7,1 per cento. Tra gli altri titoli ci sono  i bancari in evidenza.
Se Mario Draghi riuscirà a mantenere le promesse fatte quando si è detto “pronto a tutto” per salvare la moneta unica, ci saranno altri ribassi. Altrimenti è facile pensare a nuovi e forti turbolenze speculative.