Borse: Piazza Affari tenta il “rimbalzo”, cala lo spread

BORSA LONDRA

Continua il travaglio dei mercati. Con lo spread che prima balza a quota 545 per poi ridiscendere sotto quota 520.
Il rendimento dei titoli di Stato italiani vola al 6,6 per cento, cento punti base più alto quello dei Bonos spagnoli scambiati sul mercato secondario al 7,6 per cento. Il ministro delle Finanze iberico Luis de Guindos però afferma che si tratta di: “un livello che non riflette lo stato dell’economia spagnola”.
Tuttavia in molti pensano a un possibile salvataggio della Spagna. Intanto la Germania ha raccolto 3,32 miliardi di euro collocando titoli di stato a 30 anni ad un tasso del 2,17 per cento.
Piazza Affari guadagna l’1,7 per cento, Parigi lo 0,5 per cento, Francoforte guadagna lo 0,3 per cento, Londra recupera lo 0,1 per cento.
Moody’s ha rivisto al ribasso le prospettive dell’Efsf (il Fondo salva-Stati europeo) da “stabile” a “negativo”. La decisione è legata al taglio dell’outlook di Germania, Lussemburgo, Olanda perché il rating del Fondo è “sensibile” alla valutazione sui Paesi a tripla “A” ovvero dei maggiori contribuenti dell’Efsf.
Sul mercato delle valute l’euro è in calo sotto quota 1,21 dollari. L’euro è scambiato a 1,2066 dollari  Usa e a 94,31 yen.
In Gran Bretagna, intanto, il Prodotto interno lordo del 2° trimestre ha avutouna contrazione dello 0,7 per cento dopo il -0,3 per cento del 1° trimestre. Il dato è peggiore della stima di un -0,2 per cento avanzata dagli analisti. Su anno si è avuta una contrazione del Prodotto interno lordo dello 0,8 per cento.
L’indice Ifo, che misura la fiducia negli affari delle imprese allemanne, è sceso nello scorso meso più di quanto atteso: a 103,3 punti contro i 105,3 di maggio, mentre gli analisti fermavano la discesa a 104,5 punti. I dati confermano che la crisi dell’Eurozona si fa sempre più sentire in Germania.