Borse: profondo rosso per Mediaset e Monti Paschi di Siena

Mediaset

Profondo rosso nel Vecchio Continente dopo la “legnata” legata alla crisi politica greca. Dal governo ellenico continuano a giungere segnali deprimenti e i principali listini continentali sono tutti in negativo.
Piazza Affari viaggia a -2,2 per cento, Francoforte cede lo 0,5 per cento, Parigi l’1,1 per cento, Londra  l’1,3 per cento. Madrid lascia sul terreno oltre il 3 per cento a causa dei rumors sulla ricapitalizzazione degli istituti di credito.
A Milano brutto colpo per Mediaset dopo la trimestrale che ha registrato un calo dell’utile dell’85 per cento! Il target price del tittolo è stato tagliato da parte degli analisti ed è entrato in asta di volatilità per eccesso di ribasso. Dopo essere stato riammesso perde oltre il 11,5 per cento, a nuovi minimi storici. Intanto la capitalizzazione del gruppo Fininvest scende sotto i 2 miliardi di euro.
Male anche Monte Paschi di Siena viste le perquisizioni della Guardia di Finanza nelle sue sedi princiapli. Il titolo è entrato in asta di volatilità per eccesso di ribasso e segna un calo del 10 per cento.
Lo spread tra i btp a 10 anni nostrani e quelli tedeschi è in forte rialzo a 407 punti rispetto alla chiusura di ieri a 391 punti. Il decennale rende il 5,571 per cento, il quinquennale il 4,605 per cento e il biennale il 2,963 per cento. I decennali spagnoli hanno sfondato nuovamente il 6 per cento di rendimento.
Intanto il surplus commerciale della Germania a marzo è salito a 13,7 miliardi di euro dai 13,6 di febbraio, sotto le attese degli esperti che erano di un avanzo di 14,3 miliardi di euro.