Btp Day: quanto costa un Titolo di Stato italiano?

ITALIA

Oggi va in scena il Btp Day, un’iniziativa che ha suscitato un diffuso interesse nel nostro Paese.

In cosa consiste questo giorno? In sostanza ci sarà la possibilità di acquistare titoli di stato, senza dover pagare le commissioni bancarie. L’iniziativa è aperta a famiglie, imprenditori e imprese, mentre sono stati esclusi gli investitori istituzionali. Questa giornata è stata organizzata per dare un segnale positivo ai mercati e un nuovo impulso all’economia italiana. L’iniziativa è stata ideata dall’Abi, Associazione Bancaria Italiana, per dare un contributo al rilancio della difficile situazione economica italiana. Per acquistare i titoli italiani basta recarsi presso una banca che ha aderito al Btp Day. Sul sito dell’associazione è possibile vedere l’elenco completo degli istituti di credito che hanno sposato il progetto. Inoltre un’agevolazione particolare è stata riservata ai clienti che detengono un deposito titoli presso la propria banca, che non saranno soggetti ad ulteriori spese. Al contrario ci saranno costi aggiuntivi per i clienti che non hanno mai operato in titoli che invece saranno costretti ad aprire un deposito titoli. Spese e oneri invece, anche di natura fiscale, legati al deposito titoli non rientrano nell’iniziativa e restano a carico del cliente. I titoli che potrenno essere comprati nel giorno del Btp Day riguardano i titoli di Stato già emessi e quindi già in circolazione. Si tratta di Buoni Ordinari del Tesoro (Bot), di Buoni del Tesoro Poliennali (Btp), di Cerificati del Tesoro Zero Coupon (Ctz), di Certificati di Credito del Tesoro (Cct/Ccteu) e Buoni del Tesoro poliennali indicizzati all’inflazione europea. Sono stati inclusi anche i titoli di Stato italiani emessi sui mercati esteri.

Il 12 dicembre ci sarà anche una replica della giornata. Correte gente.