Cannes G20 2011: i punti salienti della giornata

G20

Sono ormai giorni che a Cannes si assiste ad un summit tra i leader europei per il G20. Si discute, si valuta, si prendono decisioni importanti.

Durante la giornata di oggi, 4 novembre 2011, l’Italia ha chiesto un monitoraggio dell’Unione europea e del Fondo monetario internazionale sui progressi fatti sulle riforme per le pensioni, il lavoro e quelle strutturali. In breve, sarà l’Fmi a monitorare la nostra gestione del debito, con la loro attenta metodologia.  Questo è quello che è stato deciso nel corso del vertice del G20: il Fondo monetario internazionale avrà un ruolo centrale nei confronti dei paesi a rischio dell’area euro, e uno in particolare sarà quello di monitorare l’Italia. I più preoccupati, come sempre, sono la Francia e la Germania, che hanno insistito affinchè venga attuata una stretta sorveglianza sull’Italia. E a quel punto, il nostro presidente del Consiglio è partito con un nuovo profluvio di rassicurazioni per l’Europa. Berlusconi ha annunciato di voler mettere la fiducia sul ddl di stabilità e anche sull’emendamento che contiene gli impegni assunti con la lettera alla Ue. Le misure varate dal governo contro la crisi saranno approvate dal Senato già il 15 novembre, per poi passare alla Camera, in modo che siano approvate in via definitiva a fine novembre. Berlusconi mostra ai leader europei di non essere molto preoccupato per la nostra situazione economica, perché la vita in Italia è quella di un Paese benestante. I consumi non sono diminuiti, i ristoranti sono pieni e non si riesce neanche prenotare un posto sugli aerei.

Sarebbe opportuno però che, il nostro presidente, chiedesse anche ai comuni cittadini italiani come la pensano a riguardo.