Carnevale 2012 Brasile: una tradizione “milionaria”

carnevale rio

A Rio de Janeiro è iniziato il tanto atteso evento dell’anno, il Carnevale più famoso del mondo, appunto quello di Rio, al quale tutti una volta nella vita vorremmo assistere.  Come da tradizione milionaria, è stato King Momo, maschera brasiliana che rappresenta il re dei burloni, a cominciare le danze, ricevendo le chiavi simboliche della città dal sindaco Eduardo Paes.

Questo scambio avviene sotto una fittissima pioggia di confetti, che devono essere per forza dorati e accompagnati dal suono delle fanfare, con un sottofondo musicale a ritmo di samba. Una cosa entusiasmante che segna l’inizio dei cinque giorni fatidici del Carnevale di Rio. Infatti, dopo che i due si scambiano le chiavi, il King afferma: “Voglio trasmettere la gioia del carnevale al mondo intero, dichiaro aperto il Carnevale di Rio”.

Ed è in quel momento che per interi giorni nelle strade di Rio si vedono soltanto sfilate di carri allegorici e innumerevoli feste nel mezzo delle vie della città. Nel mentre, centinaia di migliaia di persone ballano, come solo loro sanno fare, per infinite ore. Il Carnevale parte sempre da Salvador de Bahia, la terza città del paese per poi arrivare a Rio, la capitale e sembra non fermarsi mai per giorni interi.

Ogni anno viene scelto un tema, e quest’anno l’argomento prescelto a Salvador è stato “Il Paese del Carnevale”, titolo di un romanzo di Jorge Amado, noto autore di Bahia, scritto nel lontano 1931. La cosa che più ci ha colpito sinora sono state le maschere scelte dalla gente. In questo momento le più gettonate sono state quelle di Cesare Battisti e del Capitano Schettino.

Questo perché per tradizione le maschere del Carnevale di Rio hanno un vero e proprio significato che è quello di esorcizzare i demoni dell’attualità. Facciamo quindi i nostri più sinceri complimenti per questa scelta originale e speriamo che un giorno ognuno di noi possa assistere a questo bellissimo evento dell’anno, sentito in questo modo soltanto in quel posto lontano, sogno di quasi tutte le persone che vivono in questa terra.