Che succede oggi: Piazza Affari, Legge Stabilità, BTP Italia e Maxiemendamento

palazzo montecitorio

Il Governo sta franando: persa la maggioranza in Parlamento, adesso sta lavorando sulal Legge Stabilità, testo di circa 60 pagine che dovrebbe essere approvato in tempi brevi. Che cos’è la legge di stabilità? Pochi giornali hanno avuto modo di visionare le bozze del ddl e di avere informazioni dirette dai parlamentari. Ci sono novità riguardanti l’amministrazione della giustizia, la semplificazione delle norme del lavoro, piani di liberalizzazione dei servizi pubblici, l’istituzione di nuove agenzie per le imprese e importanti riforme fiscali sui beni posseduti.

Insieme alla legge di stabilità, c’è il maxiemendamento, che dovrebbe rispondere alle misure richieste dall’Unione Europea in precedenti lettere. Il maxiemendamento però è ancora “misterioso” e sta tardando la sua consegna a Montecitorio. A questo aggiungiamo che il Governo Berlusconi è prossimo alla fine, e che dovremo molto probabilmente prepararci ai voti per un nuovo Governo. Questa situazione si sente, e di molto, sui mercati azionari: i BTP – Buoni del Tesoro Poliennale – hanno un tasso di rendimento che ha superato il 7% ed uno spread Btp – Bund intorno ai 560 punti base. In entrambi i casi, si ha a che fare con misure che gli economisti fanno corrispondere al default del Governo.

I tassi Btp italiano sono diventati insostenibili e, a detta di tutti i leader europei, questi interessi non possono più essere gestiti a queste condizioni. Passiamo a Piazza Affari: oggi è stata la peggiore Piazza d’Europa, a Milano la borsa ha esteso le proprie perdite ad oltre il –5%, con i titoli delle principali banche che superano i –8%. Cola a picco Mediaset in borsa, che ha avuto anche una sospensione e s’è goduto un picco di volatilità con azioni a 2.2 euro (calo dell’11,96%). In generale, pare che l’Italia sia entrata in un percorso di allontanamento dagli standard di mercato che le garantirebbero di restare in vita agli occhi dell’Europa. Cosa ci salverà?