Come evitare di venire fregati dai brokers di opzioni binarie

Il nostro sito, OBE, è nato principalmente per segnalare ed informare clienti ed investitori sui reali pericoli che si corrono nel mondo delle opzioni binarie. Essendo un investitore esperto ed avendo provato diversi siti, posso dire di averne viste davvero di tutti i colori.

Pertanto, ho deciso di scrivere quest’articolo in modo tale da mettere in guardia tutti gli investitori alle prime armi che decidono di “testare” le opzioni binarie quali investimenti. Sapendo quanta fatica avete fatto per guadagnare i soldi e mettere via qualche risparmio, non sarebbe proprio il massimo se la vostra esperienza d’investimento partisse con una bella fregatura.

Prima di effettuare qualsiasi iscrizione o qualsiasi deposito presso un broker è necessario prestare attenzione ai seguenti punti.

  1. Informatevi sul broker su internet

Vi sono siti indipendenti quali il nostro che analizzano il broker da un punto di vista imparziale, mentre ve ne sono altri che sono dei siti “affiliati” a certi brokers, ovvero se vi iscrivete tramite di essi il sito affiliato prenderà una commissione o un incentivo.

Per controllare se un broker è truffaldino o meno, è necessario cercare sui motori di ricerca utilizzando combinazioni quali “nome del broker”+”reclami”, “nome del broker”+”claims”, “nome del broker+ fraud” o “nome del broker”+”scam”. Con questi termini, sarete in grado di individuare quei siti dove vengono effettuate delle segnalazioni nel caso di truffe, frodi o reclami.

Non saltate questa ricerca: può essere fondamentale.

  1. Leggete i termini e le condizioni

Come per qualsiasi contratto finanziario, in cui di solito siete tenuti a leggere la Nota Informativa, nel caso delle opzioni binarie la sezione Termini & Condizioni rappresenta l’esatto equivalente della Nota Informativa.

Pertanto è necessario leggerla bene per non trovare delle clausole capestro che potrebbero rendere difficili i pagamenti o le vincite. Anche la sezione relativa ai bonus è fondamentale.

  1. La regolamentazione

Cercate sempre di scegliere brokers regolamentati: ad esempio, nell’Unione Europea è necessario essere regolati sulla base della direttiva MiFid. Poiché la maggior parte dei brokers ha sede a Cipro ( per evidenti vantaggi fiscali), assicuratevi che siano autorizzati dalla CySec cipriota.

Che siano regolati non è garanzia totale di affidabilità, ma almeno si ha la certezza che tali intermediari siano sottoposti periodicamente a controlli.

  1. L’assenza di una sede

L’assenza dichiarata di una sede può essere un motivo sufficiente per evitare tale broker: vi affidereste ad un broker di cui non si conosce nemmeno la sede principale? Chi vi garantisce che da un giorno all’altro il sito o il broker non sparisca nel nulla coi soldi dei propri clienti?

  1. Livelli di profitto o di rimborso non chiari

Verificate sempre se i livelli di profitto o di rimborso sono stabiliti o meno: in genere li trovate nella sezione Termini & Condizioni o nelle FAQ. Questa verifica può significare scansare brutte sorprese.

  1. La qualità del software di trading

Anche la piattaforma di trading è molto importante: è necessario cominciare ad investire dall’eventuale account demo per poter verificare il corretto funzionamento della stessa. Una piattaforma che funziona male potrebbe “saltare” nel momento di una vendita o comunque assegnarvi prezzi di vendita o d’acquisto differenti da quelli che avreste ottenuto se il software non avesse avuto problemi.

Quando un software funziona male, le possibilità di truffe aumentano.

  1. Il supporto alla clientela

Un customer service proattivo, efficiente e che risponde prontamente alle vostre domande è in genere segno di un broker affidabile e serio. Al contrario, se le vostre domande non trovano risposta, se i pagamenti richiesti vengono bloccati o se non venite minimamente supportati, avete di sicuro trovato uno di quegli intermediari da cui è bene stare alla larga.

  1. Difficoltà a prelevare

Strettamente collegato a quanto detto prima, al di là della documentazione necessaria ad effettuare la richiesta di pagamento, se un broker vi blocca in tutti i modi in questa fase, siete di fronte ad uno che vuole tenersi i vostri soldi.

Per capire di cosa sto parlando basta andare a controllare la recensione su Cedar Finance.

Conclusioni

Come già detto in precedenza, informarvi preventivamente può mettervi al riparo da eventuali brutte sorprese. Come vedete, tranne nel caso della piattaforma software, la maggior parte delle informazioni può essere reperita su OBE o su internet.

Cerco sempre di analizzare tutti i brokers in modo tale da segnalarvi quelli che possono essere davvero poco affidabili o addirittura truffaldini e quindi vi invito a seguire la nostra newsletter al fine di rimanere costantemente aggiornati.