Come investire nel 2011 senza rischi?

investimento

Avete dei soldi da investire, ma non sapete a chi rivolgervi? Avete paura che qualcuno possa approfittarne senza far fruttare nemmeno un euro? E’ un atteggiamento giusto, in questo mondo in particolare. Non bisogna mai abbassare la guardia.

A questo proposito cerchiamo di fornire qualche buon consiglio, sfruttando anche le dritte dell’Associazione per i Diritti degli Utenti e dei Consumatori (Aduc) su questo tema. L’Aduc, soprattutto per l’investitore finanziario alle prime armi, raccomanda di stare alla larga dai cosiddetti prodotti a capitale garantito. Si possono nascondere delle insidie dietro a questo tipo di prodotti.

Per proteggere il capitale l’Aduc consiglia invece di puntare sugli strumenti finanziari garantiti dallo Stato, a breve termine, ossia i Buoni Ordinari del Tesoro, i famosi (BOT), che, è vero, rendono  poco ma sono sicuri.

Altra possibilità considerata piuttosto stabile e sicura è quella dei buoni fruttiferi postali, emessi dalla Cassa Depositi e Prestiti, oppure puntare sui fondi comuni di investimento monetari privi di commissioni di gestione. Scelte che portano a guadagni non altissimi ma certi.

Tra gli altri consigli dell’Aduc, rivolti principalmente a coloro che non hanno molta dimestichezza con il mondo della finanza, c’è quello di stare alla larga dagli strumenti finanziari che non sono quotati.
Sconsigliato anche l’investimento diretto in titoli azionari o obbligazionari emessi da soggetti diversi dallo Stato italiano o comunque da Governi ritenuti poco affidabili.

Un consiglio finale, che vale per tutti, esperti e non, è quello di  chiarirsi bene le idee su quello che si vuole dai propri risparmi.