Computer: la Dell con profitti aldilà delle aspettative

800px-Dell_headquarters

Nel corso del terzo trimestre dell’anno la società Dell ha visto i profitti salire del 17 per cento. Si tratta di un dato migliore delle attese. Il fatturato, che è stato penalizzato da un calo nelle vendite, invece è stato inferiore alle previsioni degli analisti. Nei tre mesi scorsi gli utili di quello che è il 3° più grande produttore di computer del globo sono saliti a 893 milioni di dollari (ovvero 49 centesimi per azione) dagli 822 milioni di dollari (ovvero 42 centesimi, dello stesso periodo del 2010).
Per chi non lo sapesse la Dell è una ditta statunitense tra le più importanti al mondo nella produzione di  personal computer e di sistemi informatici. Ha la sua sede principale nel Texas a Round Rock. Impiega circa 70.000 dipendenti nel mondo per un fatturato  di circa 60 miliardi di dollari. 
La Dell è presente anche sul mercato di altri prodotti informatici, quali server, PDA, stampanti e numerosi tipi diversi di periferiche.
Tornando all’attualità, il giro d’affari di Dell è rimasto invariato rispetto al 3° trimestre 2010, a 15,4 miliardi di dollari. A Wall Street gli esperti si attendevano profitti per 47 centesimi per azione su un giro d’affari complessivo di circa 15,7 miliardi di dollari.
Per il presidente del Ceo e del Cda e del colosso texano, Michael Dell, i conti rispecchiano il positivo andamento delle vendite alle imprese: «Questi risultati  – ha affermato il fondatore della ditta – dell’ultimo trimestre e del 2010 riflettono la filosofia di una nuova Dell, una azienda che è impegnata nel fornire ai propri clienti soluzioni che migliorano la loro produttività».