Consultazioni Governo Monti, la Borsa di Milano torna a salire

Monti

Piazza Affari torna ad aprire positivamente, Milano resta in lieve rialzo. E, nel mentre, lo spread tra Btp e Bund apre in ribasso.

L’effetto Monti sembra quindi già portare fiducia sui mercati. Il cambio di regime del nostro governo viene evidentemente accolto bene dai mercati asiatici. I listini sono in decisa crescita sia a Tokyo sia a Hong Kong che a Shangai. Ma non dobbiamo illuderci subito. Questa potrebbe anche essere una spinta di breve durata. Le borse europee magari aprono in rialzo con la speranza che i nuovi governi dell’Italia e della Grecia riescano ad attuare le misure di austerità necessarie per ridurre il debito pubblico. Milano comunque per il momento guadagna lo 0,57% con l’indice Ftse Mib che avanza in apertura dell’1,7%. In rialzo anche i titoli della galassia dell’ormai ex Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi. Mediaset guadagna l’1,8%, la Mondadori l’1,75% e Mediolanum il 2,4%. Incredibile. E tutto questo avviene dopo le dimissioni di Silvio Berlusconi e il conferimento dell’incarico a Mario Monti. Due orette fa circa, intorno alle 10 di questa mattina, il nuovo presidente del Consiglio incaricato, ha iniziato gli incontri con i gruppi parlamentari. Il calendario che seguirà coincide con quello del presidente della Repubblica. Durante la mattinata di oggi incontrerà i gruppi più piccoli, nel pomeriggio l’Italia dei valori e la Lega. E domani invece toccherà al Pd e al Pdl. L’obiettivo è finire i colloqui entro due giorni per arrivare poi venerdì alla formazione di un governo da poter sottoporre alla fiducia delle Camere.

Speriamo bene.