Coppa America 2011: un miliardo di dollari verso la finale

finale coppa america 2011

Per la realizzazione della Coppa America 2011, si parla di investimenti di denaro grandissimi. Questa edizione dell’importante manifestazione calcistica che si svolge in Argentina, passerà alla storia anche per l’enormità dell’investimento economico stanziato. E non si parla di cifre irrisorie, ma di ben  mille milioni di dollari! Addirittura il doppio rispetto alla cifra assegnata alla precedente edizione in Venezuela nel 2007. La stima riguardante la cifra, è stata fatta da Traffic Sports -il colosso brasiliano del marketing che si occupa della commercializzazione di questa edizione della Coppa America- insieme al comitato organizzativo locale.  Ma per cercare di comprendere un po’ meglio l’enormità della manifestazione e del conseguente investimento relativo, Iniziamo col dare un po’ di numeri:

– 2 milioni di dollari, l’investimento per la cerimonia di apertura della manifestazione

– 200 Paesi che seguiranno l’evento in diretta televisiva

– 800 milioni di persone, il pubblico stimato della Coppa America 2011, tra tutti quelli che seguiranno l’evento sportivo tramite radio, tv e internet

– 700 mila biglietti, quelli messi in vendita dal comitato organizzatore

– 150 dollari, il prezzo medio di un biglietto

– 3500 volontari, tra i 18 e i 25 anni che dopo aver superato le selezioni, presteranno servizio nel corso della manifestazione.

Già da questi numeri, ci si può facilmente fare un’idea della portata della manifestazione, immaginando l’enorme impiego di mezzi utili al corretto funzionamento della ‘macchina’ Coppa America 2011.  Ma la vera sorpresa, arriva quando si scopre che la voce con il maggior stanziamento di denaro, ben 475 milioni di dollari, non è la costruzione o ristrutturazione degli impianti sportivi nei quali si svolgerà l’importante torneo, come sarebbe facile immaginare, bensì la voce ‘turismo, gastronomia e trasporti’. A questa seguono, in termini di maggior movimento di denaro, la voce ‘diritti televisivi’ e ‘marketing’.