Costo petrolio: si prevedono grosse perdite per le compagnie aeree nel 2011

Artwork

Il prezzo in continuo rialzo del petrolio non incide soltanto sul destino delle borse europee.

Le ripercussioni della corsa del barile hanno, inevitabilmente, delle forti ripercussioni anche sulle tasche dei cittadini e sulle aziende.

Tra queste particolarmente penalizzate sono le compagnie aree, colpite dall’alto costo dei carburanti.

L’alto prezzo del petrolio, infatti, con tutta probabilità ridurrà i profitti delle compagnie aree. Almeno in base alle ultime stime della Iata.

Nel 2011 i profitti del settore a livello mondiale si dimezzeranno a 8,6 miliardi di dollari rispetto agli oltre 16 miliardi dell’anno scorso.

Un dato senza dubbio impressionante che se confermato segnerebbe un forte ridimensionamento del mercato aereo.

Per le compagnie aree i costi del carburante saranno pari a 166 miliardi di dollari a fronte di un giro d’affari di 594 miliardi.

Una vera e propria stangata che potrebbe pesare anche sugli utenti.